Race results | Fumagalli campionessa europea XCM

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Avvertiamo subito tutti i lettori: questo articolo sarà terribilmente di parte. E' un'impresa troppo ardua rimanere impassibili e sterili limitandosi alla cronaca di un evento come questo, è impossibile non emozionarsi ed essere assolutamente orgogliosi davanti alla proclamazione di Mara Fumagalli campionessa europea XCM dopo l'estenuante sfida nelle inospitali terre norvegesi.
mara-fumagalli-campionessa-europea-xcm-percorso-lillehammer

Europeo XCM - Il percorso

Norvegia, il grande corridoio verso il freddo nord. Terra di aurore boreali e di fiordi, di tremendi predoni Vichinghi che solcavano i mari sui loro Drakkar terrorizzando le coste europee. Terra di fortuna per gli italiani che, in un passato recente, riportavano in patria ben venti medaglie dalle Olimpiadi invernali di Lillehammer. Un nome storico, un nome che entrerà ancora nella storia per una grande impresa. L’incoronazione di Mara Fumagalli campionessa europea XCM. 
Il percorso di ben 87km per 3000d+ è suddiviso in due parti, ben distinte tra loro. La prima decisamente tecnica, congeniale agli atleti che sanno lasciar scorrere la bici. Rocce e passaggi obbligati saranno i peggiori ostacoli per i primi 42km, in netta contrapposizione con la seconda parte del percorso decisamente più scorrevole nella quale la discriminante sarà pedalare. 
Le temperature sono ben diverse dai corrispettivi Italiani, basta pensare che una nevicata ha sorpreso gli azzurri durante le prove. Un profondo adattamento fisico e mentale sarà la chiave per il risultato.

fumagalli-campionessa-europea-lillehamer-xcm-2019

Europei XCM - La gara maschile

I nostri atleti partono alle 12 sotto una leggera ma incessante pioggia, che rende la prima parte del percorso ancora più insidiosa. Al ventesimo chilometro Samuele Porro guida il gruppo di testa insieme a Rabensteiner e Mensi, seguiti a breve distanza da Ragnoli e Longo. La gara procede senza intoppi per gli azzurri mentre un guasto mette fuori dai giochi il temuto Kulhavy, ed Alban Lakata sembra in difficoltà accumulando ritardo. Al passaggio dei 42km i tre italiani insieme a Ferreira e Becking abbandonano la prima parte del tracciato tirando saldamente il gruppo, immettendosi nella seconda parte scorrevole e pedalata. Le caratteristiche di questa seconda sezione hanno fatto emergere le capacità di Ragnoli che si è portato in testa finchè, a dieci km dall’arrivo, si è accesa la vera sfida. Nonostante la tenacia di Porro è stato Tiago Ferreira ad avere la meglio, lasciando all’azzurro l’argento. E’ il secondo per Samuele in due anni, dimostrando una costanza ai massimi livelli nelle posizioni che contano.

fumagalli-campionessa-europea-porro-secondo

La gara femminile - Fumagalli campionessa europea

Dopo l’ottimo secondo posto di Porro tutti gli occhi sono puntati su di lei. Prima il successo alla Sellaronda Hero, poi la vittoria del titolo italiano XCM, lo stato di forma di Mara è semplicemente al top ed ogni tifoso spera con tutto se stesso che possa regalarci un’altra emozione questo weekend.
La partenza è 15 minuti dopo gli uomini, e subito al primo controllo l’atleta azzura è nel quartetto al comando. Il suo piano fin da subito è dominare la gara senza tirare, conservando le energie per lo sprint finale. Semplice a dirsi, tutt’altro è metterlo in pratica in una gara di quasi tre ore e mezza. L’esperienza, la gestione a livello mentale e fisico di una gara come questa sono le cose che fanno realmente la differenza portando un’atleta su un altro livello.
Al giro di boa di metà gara la situazione in testa è invariata, con il quartetto al comando che si prepara ad affrontare l’ultima salita. Ed è qui che Mara impone il suo ritmo sulle avversarie, avanzando impietosamente, aumentando il distacco. La progressione è estenuante per le inseguitrici Pintaric e Stenerhag, lasciando l’azzurra, che corre su ruote PMP, libera di tagliare il traguardo in prima posizione. 

fumagalli-campionessa-europea

Un grande evento, un grande piazzamento per i nostri ragazzi nella maschile ed una vittoria storica per Mara nella classifica femminile. Una vittoria a sigillo di una stagione in crescita, che si concluderà a settembre con i campionati mondiali. La felicità per questo risultato è tantissima, e siamo sicuri che l’atleta azzurra su ruote PMP ci regalerà uno stupendo finale di stagione.

Alberto Cavenaghi

Alberto Cavenaghi

Lasciaci un commento

PMP Bike

PMP Bike è un’azienda italiana che da più di 30 anni produce componenti di alta gamma in titanio, carbonio ed alluminio per il ciclismo.
I progettisti di PMP Bike sono ingegneri altamente qualificati ma, prima di tutto, ciclisti appassionati.
Lo stile e il design del prodotto identificano il brand PMP Bike per classicità e semplicità funzionale.

Leggi anche

Follow Us

Scopri le nuove VT+

Iscriviti alla newsletter!

Riceverai subito un buono sconto da 5 euro da usare sul nostro shop online

Non saremo mai spam.
Condivideremo con te solo contenuti davvero interessanti per un ciclista come:
news, guide tecniche, informazioni utili, eventi nella tua zona, gare