Dolomiti Super Bike 2019 | Mara Fumagalli trionfa ancora

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Con oltre 4300 partenti la Dolomiti Super Bike 2019 è stato sicuramente l'evento da seguire per il campionato marathon, il percorso unico ed i panorami incredibili hanno fatto da contorno ad una gara da incorniciare per i rider più forti del mondo.
dolomiti-superbike-2019

Dolomiti Super Bike 2019 - Il percorso

La cornice della Val Pusteria circonda il paesino di Villabassa, teatro della gara che ormai da vent’anni attrae partecipanti da tutto il mondo. Sono oltre 4300 quest’anno i ciclisti che si sfidano lungo le irte salite ed i veloci single track, dando vita ad uno spettacolo davvero unico.

dolomiti-super-bike-2019-landscape

La classifica maschile

La prima batteria di corridori, coloro che affronteranno il percorso principale lungo 113km per ben 3357 metri di dislivello positivo, si appresta a partire alle ore 7:30.
La partenza è meno tirata delle edizioni precedenti, infatti al passaggio di San Candido dopo una trentina di km i gruppi non sono sfilacciati come solitamente ci hanno abituati nelle gare di questo genere. Ben 23 contendenti infatti avanzano compatti, fino all’avvento della lunghissima salita che porta i riders oltre il colle Sant’Elmo superando i 2000 metri di quota. Scollinano infatti in solitaria Leonardo Paez ed il neo campione europeo Ferreira, imponendo un minuto di distacco sull’inseguitore Ragnoli. La situazione si è mantenuta costante fino all’ultima salita di Prato Piazza, che ha visto ben cinque contendenti arrivare per contendersi il primato. Al culmine della stessa gli spettatori con grande stupore hanno visto passare prima Martin Stosek, che dall’inizio della gara pedalava inseguendo la coppia in testa, seguito da Paez e Hynek, compagno di squadra di Stosek. Dopo l’ultima volata in discesa sono sempre questi tre i nomi che vanno a conquistare il podio di questa Dolomiti Super Bike 2019, con i due compagni Stosek e Hynek primo e secondo ed il colombiano Paez in terza posizione. 

dolomiti-super-bike-2019-podio-man

Dolomiti Super Bike 2019 - La vittoria di Mara Fumagalli

La gara femminile ha visto un grandissimo equilibrio con tre atlete di prim’ordine alla testa del gruppo per tutta la gara. Mara Fumagalli neo campionessa europea, Katazina Sosna e Blaza Pintaric si sono date battaglia sulle salite aspre del percorso dolomitico senza che in nessun punto del percorso una riuscisse a prevalere nettamente sulle altre. Come nella gara maschile è stata l’ultima salita, quella di Prato Piazza, a determinare l’esito della gara. Dopo ore di emozionanti inseguimenti è ancora lei, Mara, a valicare con oltre venti secondi di vantaggio sulle avversarie. Negli ultimi segmenti di gara la Fumagalli, che per questo evento ha scelto ruote PMP Nitro Carbon, ha incrementato il vantaggio tagliando il traguardo della Dolomiti Super Bike 2019 con un minuto di vantaggio su Blaza Pintaric. Terza Katazina Sosna con poco più di due minuti di ritardo.

dolomiti-superbike-2019

Grandissime soddisfazioni per PMP anche dai suoi atleti schierati nel percorso lungo 60km per oltre 1700 metri di elevazione, con Martino Fruet terzo classificato e Anna Oberparleiter seconda, entrambi su ruote Nitro.

dolomiti-super-bike-2019-martino-fruet
dolomiti-superbike-2019
Alberto Cavenaghi

Alberto Cavenaghi

Lasciaci un commento

PMP Bike

PMP Bike è un’azienda italiana che da più di 30 anni produce componenti di alta gamma in titanio, carbonio ed alluminio per il ciclismo.
I progettisti di PMP Bike sono ingegneri altamente qualificati ma, prima di tutto, ciclisti appassionati.
Lo stile e il design del prodotto identificano il brand PMP Bike per classicità e semplicità funzionale.

Leggi anche

Follow Us

Scopri le nuove VT+

Iscriviti alla newsletter!

Riceverai subito un buono sconto da 5 euro da usare sul nostro shop online

Non saremo mai spam.
Condivideremo con te solo contenuti davvero interessanti per un ciclista come:
news, guide tecniche, informazioni utili, eventi nella tua zona, gare