Manutenzione dei freni | Basta dischi che fischiano!

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Ognuno di noi ha sperimentato almeno una volta nella sua carriera problemi ai freni. Pastiglie e dischi che fischiano, leve a fondo corsa, pistoncini bloccati. Ecco una breve guida su come effettuare una corretta manutenzione dei freni ed evitare gli inconvenienti più comuni.
manutenzione-dei-freni

Manutenzione dei freni MTB - i principali inconvenienti

Dischi dei freni che fischiano

manutenzione-dei-freni
In foto Ruote PMP DH

Uno dei principali problemi, e più fastidiosi, legati ai freni è un fastidioso fischio dei dischi. Ecco come liberarcene con una corretta manutenzione dei freni della vostra MTB.
Il disco che fischia spesso è indice di sporcizia su disco, appunto, o pastiglie.
La cosa più immediata è quindi pulire il disco con un apposito prodotto, oppure alcool isopropilico.
Per quanto riguarda le pastiglie si possono smontare e passare leggermente sulla carta vetrata. Questo eliminerà il primo strato, probabilmente sporco, allontanando il fastidioso fischio.
Se le pastiglie sono vetrificate (hanno subito violente scaldate senza rodaggio) purtroppo non ci sono soluzioni.
Le pastiglie sono da buttare, o da tenere di scorta per necessità.
I dischi potrebbero fischiare anche perchè troppo consumati. Riconoscere un disco consumato è semplice, passando con l’unghia sulla pista si noterà un grosso scalino tra il punto dove fa presa la pastiglia e la superficie immediatamente adiacente.

Pistoncini dei freni bloccati

Se le pastiglie sembrano muoversi in maniera non simmetrica oppure una delle due non rientra nel modo corretto probabilmente avete un pistoncino bloccato o sporco.
E’ importante, in questa operazione, procedere con cautela per evitare che i pistoncini vengano completamente estratti.
Operare con uno spessore rischia di impedire la corretta fuoriuscita dei pistoncini stessi, affidatevi alla vostra sensibilità e, nel dubbio, non eccedete nel far fuoriuscire i pistoncini stessi. 
Per sbloccarlo e riportare i freni alla loro normale funzionalità operate in questo modo.

Togliete la ruota e smontate le pastiglie.
Dando qualche pompata con la leva fate uscire i pistoncini e, mentre sono fuori, spruzzate alcool isopropilico. 
Pulite a modo con un cotton fioc la superficie dei pistoncini.
Reinserite i pistoncini premendo con un attrezzo a spatola, fateli fuoriuscire ancora e ripetete l’operazione.
Ripetete finchè il liquido che spruzzate non resterà tendenzialmente pulito.
Fate uscire i pistoncini un’ultima volta, con l’ausilio del cotton fioc spalmate un filo di grasso su di essi.
Fateli rientrare e godetevi i freni riportati alla normale funzionalità.

Dischi dei freni che sfregano ritmicamente

Ebbene si, parliamo esattamente del fastidioso “zin zin” che si verifica di tanto in tanto sui vostri impianti frenanti. Ecco come risolverlo.
Questo problema può derivare da tre fattori.
Il primo è un pistoncino pigro che fa lavorare le pastiglie fuori asse, ed abbiamo visto come sistemarlo nel paragrafo precedente.
Per completare la manutenzione dei freni sono necessari altri accorgimenti però.
Il primo problema a causare lo sfregamento potrebbe essere un centraggio errato della pinza.
Centrare correttamente la pinza dei freni è semplice, ecco come fare.
Smontare la ruota e con l’aiuto di uno strumento a spatola o un cacciavite far rientrare completamente le pastiglie.
Allentare le due viti che assicurano la pinza al telaio.
Rimontare la ruota.
Potete ora operare un centraggio ad occhio, cercando di essere più precisi possibile. Questo sarà efficace se il funzionamento dei pistoncini è perfetto e se il consumo delle pastiglie è stato uniforme fino ad ora.
In caso contrario, basta limitarsi a dare qualche pompata con la leva de freno finchè le pastiglie non faranno aderenza perfettamente sul disco.
In questo momento serrare completamente le viti della pinza, ed il centraggio è velocemente ultimato.
Il fastidioso sfregamento continua? Quasi certamente il disco è storto, potete verificare smontandolo.
In questo caso provate a raddrizzare il disco con delicatezza, oppure cambiatelo per eliminare il problema.

Manutenzione dei freni ordinaria

manutenzione-dei-freni-manutenzione-ordinaria
In foto Ruota PMP XL27

Nessuno di noi vuole trovarsi con freni che non funzionano durante la discesa, ecco come effettuare una corretta manutenzione per evitare malfunzionamenti e garantire una lunga vita al nostro impianto frenante.

Manutenzione dei freni - l'usura dei materiali

Il primo accorgimento, ed anche il più banale, è controllare lo stato e l’usura dei materiali di consumo.
Non parliamo solo di pastiglie e dischi, ma anche di tubi.
Per quanto riguarda le pastiglie è molto facile. Basta smontarle e controllare la quantità di ferodo rimanente. Se riteniamo sia troppo poco per affrontare la prossima uscita cambiamole.
L’usura dei dischi si valuta osservando il consumo della pista frenante, se si nota ad occhio uno scalino tra la zona dove opera la pastiglia e la parte adiacente è meglio armarsi di calibro e controllare. Ogni produttore definisce spessori minimi prima di dover cambiare il disco. 
I tubi rivestono un’importanza fondamentale, essendo esposti ad urti e rami possono danneggiarsi senza darne notizia. Non c’è nulla di peggio di un tubo che perde olio una goccia alla volta, rischiando di lasciarci senza un freno a metà uscita.
Un check completo dei tubi ci aiuterà quindi a far durare l’impianto a lungo.

Il corretto centraggio e posizionamento

Durante un’uscita le leve dei freni possono ricevere urti e ci accorgiamo immediatamente di un cambio della loro posizione. A volte però anche il trasporto in auto può spostare le leve, quindi un controllo preventivo può salvarci da brutte sorprese sui trail.
Rispettare sempre le coppie consigliate per la chiusura delle viti aiuta a salvaguardare manubri in carbonio e leve, lasciandole libere di ruotare in caso di impatto.
Il centraggio della pinza è un argomento già trattato nel capitolo riguardante lo sfregamento delle pastiglie. Centrare correttamente la pinza dei freni è semplice, ecco come fare. Smontare la ruota e con l’aiuto di uno strumento a spatola o un cacciavite far rientrare completamente le pastiglie. Allentare le due viti che assicurano la pinza al telaio. Rimontare la ruota. Potete ora operare un centraggio ad occhio, cercando di essere più precisi possibile. Questo sarà efficace se il funzionamento dei pistoncini è perfetto e se il consumo delle pastiglie è stato uniforme fino ad ora. In caso contrario, basta limitarsi a dare qualche pompata con la leva de freno finchè le pastiglie non faranno aderenza perfettamente sul disco. In questo momento serrare completamente le viti della pinza, ed il centraggio è velocemente ultimato. 

Manutenzione dei freni - leve spugnose

Se durante la discesa le leve non mordono costantemente nello stesso punto, se tendono a diventare spugnose od allungare la corsa quasi certamente dovrete ricorrere ad uno spurgo. E’ un’operazione relativamente semplice che richiede poca attrezzatura specifica, dipendente dalla marca di freni che montate. Ritardare la comparsa di questo problema invece è semplice ed alla portata di tutti, ecco qualche accorgimento per evitare la formazione di aria negli impianti.
Nelle leve gli impianti solitamente hanno una membrana di gomma, chiamata polmone, che separa aria ed olio. Questa consente al livello dell’olio di calare assecondando il consumo delle pastiglie senza che venga mescolato con l’aria.
Capovolgendo la bicicletta per trasportarla o appenderla si forza la resistenza di questa membrana che, se non perfettamente stagna, potrebbe lasciar passare bollicine d’aria.
Oliare e pulire regolarmente i pistoncini nelle pinze permette alle loro guarnizioni di restare elastiche ed efficaci, evitando che aria e sporco possano essere pescati proprio dalla pinza.
In ogni caso lo spurgo va effettuato almeno una volta a stagione, l’olio (che sia minerale o DOT), è sensibile al calore ed all’umidità e nel tempo perde le sue qualità.

Eccovi una serie di spunti ed interventi per effettuare correttamente la manutenzione dei freni della vostra MTB, per concedervi uscite in totale tranquillità. 
Buone pedalate!

Alberto Cavenaghi

Alberto Cavenaghi

Lasciaci un commento

PMP Bike

PMP Bike è un’azienda italiana che da più di 30 anni produce componenti di alta gamma in titanio, carbonio ed alluminio per il ciclismo.
I progettisti di PMP Bike sono ingegneri altamente qualificati ma, prima di tutto, ciclisti appassionati.
Lo stile e il design del prodotto identificano il brand PMP Bike per classicità e semplicità funzionale.

Leggi anche

Follow Us

Scopri le nuove VT+

Iscriviti alla newsletter!

Riceverai subito un buono sconto da 5 euro da usare sul nostro shop online

Non saremo mai spam.
Condivideremo con te solo contenuti davvero interessanti per un ciclista come:
news, guide tecniche, informazioni utili, eventi nella tua zona, gare